TCO e Zeeland: due progetti chiusi con successo


TCO e Zeeland: due progetti chiusi con successo TCO e Zeeland: due progetti chiusi con successo Zoom

In due giorni da Porto Marghera sono partiti quattro reattori: tre per l’impianto di Atyrau, in Kazakistan, e uno destinato alla raffineria di Vlissingen, Olanda.

Nei giorni scorsi ATB Riva Calzoni ha chiuso con successo i progetti TCO e Zeeland, commissionati da due clienti di rilievo nel settore Oil & Gas. Da Porto Marghera, in 48 ore, sono partiti quattro pressure vessels.

I primi a lasciare la banchina sono stati i tre reattori, parte della fornitura (12 molecular sieve vessels e 6 injection compressor suction drums) richiesta da Tengizchevroil (TCO). Le spedizioni dei vessels sono cominciate esattamente un anno fa, articolate in sei fasi. Le apparecchiature di quest’ultimo lotto entreranno presto in funzione nelle unità del sito petrolifero di Atyrau, in Kazakistan, consentendo un incremento della produzione di 12 milioni di tonnellate di greggio all’anno.

Poco ore dopo dallo scalo commerciale veneziano è partito anche il pressure vessel fabbricato dalla divisione Heavy Equipment di ATB per conto di Total e Lukoil: si tratta di un reattore hydrotreating, studiato per incrementare l’unità di hydrocracking della Zeeland Refinery di Vlissingen, Olanda.

Quest’estate ATB, all’interno dell’impianto, si occuperà anche della supervisione della installazione delle termocoppie e del completamento dell’isolante, in parte realizzato già nelle officine di Marghera.