Il convertitore di ammoniaca per Navoiyazot è stato spedito da Marghera


Spedito il reattore per Navoiyazot Spedito il reattore per Navoiyazot Zoom

Il recipiente in pressione fabbricato da ATB Riva Calzoni verrà installato in un impianto per la produzione di fertilizzanti a Navoiy, in Uzbekistan.

È partito dalla banchina di Marghera, facendosi strada nella nebbia della laguna, il convertitore di ammoniaca con processo Haldor Topsoe prodotto da ATB Riva Calzoni e destinato all’impianto chimico che Navoiyazot sta costruendo a Navoiy, nella regione centrale dell’Uzbekistan.

La fabbricazione del corpo in pressione, realizzato a Roncadelle e finito nello stabilimento ATBRC di Marghera (lunghezza: 28 m; diametro 3,5 m, peso: 480 tonnellate), è iniziata lo scorso gennaio, a seguito dell’ordine emesso da Mitsubishi Heavy Industries nel luglio del 2016.

L’apparecchio, tipologia di prodotto su cui ATB Riva Calzoni ha maturato maggiore esperienza di fabbricazione, entrerà a far parte del sito della Navoiyazot - compagnia parte di Uzkimyosonaot, gruppo che gestisce l’intera industria uzbeca nel settore chimico - utilizzerà gas naturale per produrre circa 2.000 tonnellate al giorno di ammoniaca e 1.750 di supergranuli in urea.

Il progetto fa parte del programma che l’Uzbekistan sta mettendo in atto per migliorare e ammodernare le infrastrutture e gli impianti di produzione con tecnologie avanzate ed efficienti dal punto di vista energetico.

Si rafforza così il rapporto con Mitsubishi Heavy Industries, leader mondiale nella costruzione degli impianti per il settore Petrolio e Gas.